Le spiagge più belle di Koh Phangan. Costa Ovest.

haad salad copertina

Più selvaggia, naturale e meno turistica della vicina Koh Samui, Koh Phangan è la scelta ideale per chi cerca belle spiagge, giungla, calette deserte e villaggi di pescatori ancora autentici sulla costa. Ovviamente, soprattutto nel periodo a cavallo del Full Moon Party nella zona di Haad Rin a sud, le spiagge si trasformano in una festa infinita che va avanti per giorni e notti, trasformando questa (ma solo questa) parte dell’isola in un rave continuo. Come ci diceva la gente qui: a Koh Phangan, se vuoi ballare, balli a tutte le ore.
Noi che eravamo interessati a tutt’altro, abbiamo scelto di soggiornare per metà della vacanza sul lato occidentale dell’isola, e per metà su quello orientale, per vivere due anime diverse di Koh Phangan. Più vivace quella sulla costa ovest, benedetta da tramonti mozzafiato tutti i santi giorni, con mare più basso e reef fino a riva; incredibilmente selvaggia quella sulla costa est, con la giungla che finisce in spiaggia, mare più profondo adatto a nuotare e poca vita notturna.
I due lati dell’isola, divisi dalla montagna ricoperta di giungla, sono collegati solo via mare o dalla strada che costeggia tutta Koh Phangan, passando anche da sud. Le distanze, per quanto limitate, e la scomodità dei collegamenti (la strada sulla costa orientale è stata costruita solo quest’anno) giustificano la scelta di dividere in due parti ben separate il soggiorno. Per questo motivo abbiamo anche scelto di creare due post diversi per elencarvi pregi e difetti delle principali spiagge dell’isola.

Indipendentemente dal lato di costa scelto, però, la certezza è quella di incappare quasi esclusivamente in paesaggi da cartolina, pur con qualche eccezione.
Partiamo subito con la nostra classifica delle spiagge più belle del lato occidentale, quelle che non ci sono piaciute e quelle che bah.

Koh Phangan Haad Salad
Haad Salad

HAAD SALAD
La cartolina per cui vi siete sparati dieci ore d’aereo: sabbia bianca finissima, palme da cocco, qualche piccolo resort sulla spiaggia ma poca gente, acqua calda e cristallina. Consigliata al mattino con la bassa marea per godere della spiaggia più ampia, e per l’ombra: al pomeriggio non c’è verso di ripararsi dal sole e la spiaggia (fortunatamente) non è attrezzata con lettini e ombrelloni. La migliore sulla costa ovest di Koh Phangan.

Koh Phangan spiagge 2
Haad Chao Pao

HAAD CHAO PHAO
Non toglie il fiato come la vicina Haad Salad, ma è ampia, la sabbia è soffice e c’è abbastanza ombra tutto il giorno per non impazzire sotto il sole. Vale la pena godersela prima di sera con uno dei tramonti più belli dell’isola, sorseggiando i cocktail della Dolce Vita, ottimo ristorante italiano direttamente sulla spiaggia che durante l’Happy Hour serve uno spritz notevole.

Koh Phangan Haad Khom
Haad Khom

HAAD KHOM (COCONOUT BEACH)
Molto tranquilla, con un paio di locali per bere e mangiare sulla spiaggia, e qualche altalena tra le palme. Con la bassa marea è però impossibile nuotare perché la barriera corallina arriva a riva, ed è meglio comunque restare verso la punta orientale della piccola baia. Se siete fortunati potete trovare le scimmiette che si dondolano tra le palme in spiaggia (ma non disturbatele).

Koh Phangan Haad Ma
Haad Ma

HAAD MA 
Bella baia ampia di sabbia fine, quasi rosa, con una piccola isola famosa per lo snorkeling. Molti spazi sono però in costruzione, ed è probabile che a breve cambierà molto e perderà ogni rimasuglio dell’originale fascino selvaggio.
Anche qui reef quasi fino a riva, soprattutto intorno all’isolotto, e sono perciò indispensabili le scarpette. A circa 150 mt dalla riva l’acqua è leggermente più profonda e permette di nuotare senza problemi.

Haad Son Koh Phangan
Haad Son

HAAD SON (SECRET BEACH)
Una delle nostre preferite su questo lato nonostante l’acqua sempre molto bassa e il reef a riva: scarpe assolutamente necessarie ma snorkeling possibile. Atmosfera rilassata, cartelli colorati, fiori ovunque, bar simpatico per bere un frullato, fare colazione o mangiare qualcosa di leggero per pranzo.

Koh Phangan Haad Yao
Haad Yao

HAAD YAO
Da evitare. La peggiore delle spiagge visitate: brutta, sporca, i pescherecci a riva scaricano il pesce che viene messo ad essiccare direttamente in spiaggia tra i rifiuti. È più lunga e ampia di Haad Son, ma resta chiusa alle estremità da due resort imponenti che rovinano il paesaggio. Non vale neanche la fatica di scendere dal motorino.

Attenzione!
Quando sarete a casa con la vostra Lonely Planet sulle ginocchia e la pagina di Trip Advisor aperta sul computer per decidere in prossimità di quale spiaggia scegliere l’albergo/resort/guesthouse, non fatevi ingannare da foto suggestive di tramonti mozzafiato e spiagge che sulla carta appaiono lunghissime e super allettanti, tipo Ao Hin Kong. Perché? Perché Ao Hin Kong non è una spiaggia, o meglio, non come la intendiamo noi: con l’alta marea scompare completamente, e con la bassa marea si riduce a poco più di una palude in cui solo i Thailandesi passano i pomeriggi a cercare delle vongole microscopiche là dove si è ritirato il mare. No bagni, no snorkeling, no acqua cristallina, no niente di niente. E puzza pure un po’.

Ao Hin Kong - che sembra così bellissima ma è poco più di una palude
Ao Hin Kong – che così sembra bellissima ma in realtà è poco più di una palude.
Haad Son
Haad Son
Haad Son
Haad Son – patti chiari, amicizia lunga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *